Studio Fisioterapico SANGALETTI

Studio Fisioterapico
SANGALETTI
SANGALETTI
Studio Fisioterapico
Studio Fisioterapico
Studio Fisioterapico
SANGALETTI
SANGALETTI
Studio Fisioterapico SANGALETTI
Vai ai contenuti
Manipolazione Fasciale
La manipolazione fasciale è la manovra terapeutica che si propone di lavorare il tessuto connettivo per renderlo più fluido creando così un ambiente più fisiologico alle terminazioni nervose libere. Il connettivo è l’unico tessuto che modifica la sua consistenza se è sottoposto a stress e che può riprendere la sua elasticità se adeguatamente sottoposto a manipolazione specifica. Il tessuto connettivo non è una massa uniforme, ma è organizzato in fasce che accompagnano le catene mio-cinetiche. Dagli ultimi studi la fascia non è una membrana uniforme stesa sotto la pelle con la funzione contenitiva, ma è un elemento coordinante le unità motorie riunite in unità miofasciali, è un elemento di unione delle catene muscolari ipso direzionali ed è il collegamento, tramite i retina coli, fra le articolazioni corporee. Queste strutture miofasciali possono spiegare molte organizzazioni motorie e di conseguenza patologie finora attribuite al sistema nervoso centrale, prendiamo per esempio una sciatalgia, brachialgia...la salute di qualsiasi organo o apparato è il risultato dell’equilibrio fra le parti. Nell’apparato locomotore questo equilibrio è testimoniato da una postura armonica che il terapista è in grado di ristabilire e riarmonizzare con il trattamento manipolativo di specifici punti. Il trattamento mio fasciale si avvale anche dell’utilizzo di strumenti particolari quali per esempio lo “shark” costituito da una lega metallica particolare che accumula calore e in grado di amplificare le sensazioni di alterazione fasciale permettendo al terapista di individuare le aree che richiedono trattamento. La manipolazione miofasciale trova indicazione in moltissime situazioni patologiche, alcuni esempi: capsuliti, cervicalgie, ernie discali, lombo sciatalgie, sindromi da sovraccarico funzionale (sindromi femoro-rotulee, pubalgia, epicondiliti, tendiniti, dito a scatto…), distorsioni, situazioni post traumatiche e post chirurgiche…

© Studio Sangaletti
Cortesia, Disponibilità, Professionalità
Torna ai contenuti