Studio Fisioterapico SANGALETTI

Studio Fisioterapico
SANGALETTI
SANGALETTI
Studio Fisioterapico
Studio Fisioterapico
Studio Fisioterapico
SANGALETTI
SANGALETTI
Studio Fisioterapico SANGALETTI
Vai ai contenuti
Pubalgia        Trocanterite      Sindrome femoro-rotulea e Osgood Slatter      Alluce valgo
Piede piatto e cavo      Borsite femoro-rotulea      Tendinite achillea      Calcagno di haglund
Spina calcaneare e fascite plantare      Crampi        Metatarsalgia      
Fisioterapia per la pubalgia
La pubalgia è un dolore riferito nell'area inguinale che spesso affligge gli sportivi con esordio subdolo e apparentemente innocuo, fino a diventare un incubo che obbliga l'atleta a fermarsi per mesi...gli approcci più diffusi utilizzano terapie fisiche quali ultrasuoni, , elettroterapie, onde d'urto, tecar, nella maggior parte dei casi senza significativi miglioramenti nel breve periodo...un altro errore è pensare che la colpa sia esclusivamente della muscolatura adduttoria (della faccia interna della coscia...) ed insistere in uno stretching intensivo che talvolta peggiora la situazione...

In verità l'inserzione pubica dei muscoli adduttori è la zona che sta soffrendo l'incapacità del sistema muscolare di compensare alcune disfunzioni, l'origine della pubalgia è da ricercare in un sistema posturale globale che non è più in equilibrio; dal piede al ginocchio, dalla colonna lombare al bacino i fattori scatenanti una pubalgia sono molteplici e solo con una valutazione e un trattamento fisioterapico mirato e globale si può affrontare la pubalgia e migliorarla in poco tempo evitando recidive a breve termine.

le tecniche fisioterapiche utilizzate vanno dalla RPG, alla Terapia Manuale Ortopedica, alla Manipolazione Fasciale, al Kinesiotaping...
"Trattare una pubalgia non è fare
stretching dei muscoli adduttori..."
Fisioterapia per la trocanterite
La trocanterite non è una patologia, ma l'infiammazione del trocantere, salienza ossea del femore che da' inserzione a diversi muscoli di anca e bacino...l'infiammazione è la conseguenza di un lavoro scoordinato della muscolatura che ivi si inserisce o di carichi eccessivi a cui è stata sottoposta, può essere correlata a lombalgia e a disturbi a carico del ginocchio...
Con la fisioterapia si lavora sullo stato infiammatorio e si individua il corretto pattern di contrazione muscolare normalizzando le disfunzioni correlate anche in altre zone corporee.

le tecniche fisioterapiche utilizzate possono essere RPG, Terapia Manuale Ortopedica, Manipolazione Fasciale, Kinesiotaping, Fibrolisi diacutanea, Massoterapia, Sahrman, Ultrasuoni, Radarterapia, ...
"La trocanterite non è una patologia,
ma un sintomo, si deve indagare la causa..."
pagina in fase di completamento...

© Studio Sangaletti
Cortesia, Disponibilità, Professionalità
Torna ai contenuti