Studio Fisioterapico SANGALETTI

Studio Fisioterapico
SANGALETTI
SANGALETTI
Studio Fisioterapico
Studio Fisioterapico
Studio Fisioterapico
SANGALETTI
SANGALETTI
Studio Fisioterapico SANGALETTI
Vai ai contenuti
Fisioterapia per Ernie e Protrusioni discali
Da cosa sono dovute e che cosa sono? possono essere dovute a microtraumi ripetuti (lavori fisicamente impegnativi compiuti scorretamente, ma anche posizioni sbagliate in un fisico predisposto) o per un trauma importante che interviene a volte qualche giorno prima dell’erniazione, altre volte contemporaneamente.

In primo luogo è importante spiegare dove possono esservi le Ernie o le Protrusione discali. Queste si trovano entrambe a livello della colonna e possono essere o nella zona cervicale (35%); dorsale (10%) o Lombo-sacrale (55%). I sintomi a cui portano spesso sono praticamente simili. Entrambe sono un problema a livello del disco intervertebrale (che ha il compito di ammortizzatore e ci permette i vari movimenti).  

Immaginiamo che il disco intervertebrale sia un cannoncino alla crema. E le vertebre i denti che lo mordono.
Cosa succede quando addento con gusto e decisione l’invitante cannoncino? Un casino.

• In questo caso vi è la cosiddetta Ernia del disco data dalla fuoriuscita di un contenuto dal proprio naturale contenitore. Il contenuto è il nucleo che quindi fuoriesce dal disco intervertebrale e va spesso a schiacciare le radici nervose della colonna, portando a dolori o localizzati nella zona o dolori irradiati verso le gambe o le braccia (a seconda del livello in cui essa si trova). Se il contenuto si sposta dalla posizione in cui è, viene chiamata ernia espulsa.

• La protrusione invece è ciò che può portare poi ad un’ernia. Quindi in questo caso non vi è la fuoriuscita ma semplicemente una deformazione del bordo del disco senza romperlo.
Ciò che non deve spaventare è che sono curabili! Come superare il dolore? Le ernie in fase acuta vengono trattate con cortisone e antinfiammatorio e successivamente è importante un tempestivo lavoro con il fisioterapista. Anche perché è bene ricordare che il cortisone e i farmaci riducono al momento il dolore ma è poi il ruolo di un’ottima riabilitazione a fare la differenza.

Attraverso la fisioterapia si può andare a ridurre notevolmente se non totalmente il dolore, grazie a tecniche manuali, di RPG (rieducazione posturale) , per ristabilire un giusto equilibrio tra vertebre e nervi (che possono essere stati sollecitati) ed impostando un buon lavoro per far si che il giovamento duri nel tempo.

"solo il 4% delle ernie sono sintomatiche,
grazie alla fisioterapia si può vivere tranquillamente cent'anni con un ernia
e non accrgersene...
© Studio Sangaletti
Cortesia, Disponibilità, Professionalità  
Studio Fisioterapico SANGALETTI
Via San Sebastiano, 2 - Villa d'Almè (BG)    
cf SNGSMN84C25B393A   -   p.iva 03448700165
Torna ai contenuti